alsperGIS DATI
SOFTWARE


GIS (Geographic information system)

Sistema informativo computerizzato per gestire (inserire, modificare, analizzare, visualizzare) i dati geografici.


I dati-immagine hanno due tipi di formato: raster e vettoriale

Raster: insieme di celle quadrate (o rettangolari), della stessa dimensione, che rappresentano una porzione di territorio. Ogni cella contiene un valore numerico che quantifica una caratteristica media di quell'area (luminositÓ, quota, frequenza/densitÓ di un dato elemento, ...). In formato raster sono ad esempio le foto aeree.

Vettoriale: insieme elementi geometrici (punti, linee o poligoni) anche di forma diversa, che rappresentano una porzione di territorio, una posizione o un insieme di posizioni. Ad ogni elemento pu˛ essere associata la riga di una tabella con uno o pi¨ dati (numeri o testo). Il formato vettoriele Ŕ utilizzato per elementi ben definiti e distinti come edifici, strade, aree ben delimitate e posizioni precise.


01.png


Nelle applicazioni di GIS i dati geografici vengono convertiti in uno stesso sistema di riferimento per poter essere sovrapposti. Si possono caricare dati giÓ esistenti oppure crearne di nuovi.

esempio di applicazione GIS con sovrapposizione di dati vettoriali su raster:
02.jpg


Sommario

Cenni di cartografia e GIS
 - La scala
 - Proiezioni e crs
  > Dati raster e vettoriali <
 - Immagini digitali raster
 - Riferimenti spaziali

Principi di telerilevamento
 - Telerilevamento e onde elettromagnetiche
 - Radiazione riflessa
 - Infrarosso termico
 - Radar

Ricerca e uso dei dati
 - Dati "gratuiti" ad alta risoluzione
 - Immagini declassificate (Corona)
 - Dati multispettrali Landsat
 - Visualizzazione dati multispettrali
   (- Composizione RGB con QGIS)
 - Rapporti tra bande
 - Dati radar
   (- Accesso ai dati Sentinel-1)












Cookies
: questo sito contiene inserzioni pubblicitarie gestite da terze parti mediante cookies, anche di profilazione. Navigando in questo sito si acconsente all'uso di tali cookies.   >>> Maggiori informazioni


Luglio 2015
Alessandro Perego