alsperGIS DATI
SOFTWARE

SOFTWARE > installazione OSGeo4W:
express
avanzata



Installazione OSGeo4W per sistemi Windows



OSGeo4W è un insieme di applicazioni e librerie, quasi tutte open source, che permettono di avere in un sistema Windows molti strumenti GIS integrati tra loro. Ad esempio da QGIS è possibile avviare i comandi di GRASS o SAGA.
Maggiori informazioni su https://trac.osgeo.org/osgeo4w/.

Il programma di installazione può essere scaricato dal sito suddetto oppure dalla pagina di download di QGIS. In entrambi i casi si deve usare l'installatore specifico per il proprio sistema (32 o 64 bit).



L'installatore è un file abbastanza piccolo che si occuperà di scaricare ed installare i pacchetti software necessari.
Appena avviato (doppio click) ci viene chiesto il tipo di installazione: "express" (per applicazioni desktopo o Web-GIS) o avanzata.






Installazione "express" per applicazioni desktop


L'opzione "express" è quella più semplice e permette di installare le ultime versioni stabili delle applicazioni principali.
Nel passaggio seccessivo scegliamo il sito da cui scaricare i pacchetti (download.osgeo.org è quello ufficiale).


Poi possiamo scegliere le applicazioni (in realtà c'è poco da scegliere: meglio lasciare selezionate tutte quelle possibili)


Andando avanti veniamo avvisati che per una corretta installazione è richiesta una lunga serie di altri pacchetti. Lasciamo quindi la spunta su "Install these packages to meet dependencies (RECOMMENDED)" in modo che vengano installati automaticamente.


Poi inizia il download ma quasi subito viene interrotto perchè ci sono (pochissime) cose non "Open Source" (ma comunque gratuite) per le quali occorre accettare i rispettivi termini di licenza. Ad esempio i plugin per i formati ECW e MrSID.



Quindi prosegue il download del quale possiamo controllare l'avanzamento (sia per ogni singolo pacchetto che quello totale).
Purtroppo manca un'indicazione preventiva del peso complessivo da scaricare. L'installazione "express" che ho fatto il 3 marzo 2018 (con QGIS 3.0.0, GRASS 7.4.0, SAGA 2.3.2, etc.) ha richiesto il download di 632 MB di roba.


Al termine del download c'è un rapido controllo,


quindi comincia l'installazione.



Al termine dovremmo trovare i collegamenti alle applicazioni principali nel menù dei programmi.


I files finali sono installati di default nella cartella "C:\OSGeo4W64"



mentre quelli temporanei necessari per l'installazione sono salvati in "C:\Users\utente\AppData\Local\temp\http%3a%2f%2fdownload.osgeo.org%2fosgeo4w%2f" (in Windows 7).
Se l'installazione è andata a buon fine, questi files possono essere eliminati per liberare spazio.





Installazione avanzata


Se vogliamo personalizzare l'installazione (scegliendo minuziosamente i pacchetti e le rispettive versioni, cambiando la cartella di installazione o quella dove salvare i files temporanei) dobbiamo optare per l'installazione avanzata. In tal caso, ad esempio, possiamo installare la versione LTR (supporto lungo termine) di QGIS o quella in fase di sviluppo oppure la vecchia versione (6.4) di GRASS e molto altro.
Possiamo usare l'installazione avanzata anche dopo quella express per aggiungere, rimuovere o aggiornare i componenti.

In questo esempio vediamo come aggiungere la versione LTR di QGIS.

Tra i collegamenti del menù programmi nella cartella OSGeo4W dovremmo trovare anche il "setup" che avvia l'installatore.
Questa volta scegliamo "Advanced Install".


Quindi, se non abbiamo gia scaricato in precedenza i pacchetti desiderati, scegliamo l'opzione "Install from internet" che scarica ed installa di seguito.
Oppure si può fare il solo download per poi installare (anche off-line) in un secondo momento.


La prossima finestra ci chiede dove installare i programmi; se non è la prima installazione dobbiamo indicare la cartella dove sono già presenti le applicazioni di OSGeo4W ("C:\OSGeo4W64" è il percorso di default per sistemi a 64bit). Possiamo anche indicare se rendere disponibili i programmi per tutti o solo per l'utente corrente e se aggiungere icone sul desktop o al menù start.


Poi indichiamo la cartella dove salvare i files necessari per l'installazione e che in seguito potranno essere eliminati. Questa può essere cambiata senza problemi.


Specifichiamo il tipo di connessione...


... e scegliamo il sito da cui scaricare i pacchetti.


Finalmente ci vengono mostrati i componenti disponibili raggruppati in quattro gruppi:
- utilità a riga di comando
- applicazioni desktop
- librerie
- applicazioni per web-mapping

Per i componenti già installati ci viene mostrata la rispettiva versione, nella colonna "Current", mentre nella colonna "New" troviamo la scritta "Keep" (oppure una nuova versione se l'installatore ne trova una più recente ed in tal caso verrà aggiornata): cliccando ripetutamente su "Keep" (o sull'indicazione della nuova versione) possiamo indicare se cambiare versione, disinstallare il componente ("Uninstall") o mantenere la versione già presente ("Keep").
Per i componenti non installati vediamo la scritta "Skip": cliccando su di essa possiamo scegliere la varsione da installare (nel caso ve ne sia più di una).
Ad esempio per installare la versione LTR di QGIS cerchiamo "qgis-ltr-full: QGIS Full Desktop (meta package; long term release)" nel gruppo Desktop e clicchiamo su "Skip" cambiandolo nella versione voluta. Per il momento (marzo 2018), la versione LTR più recente di QGIS è la 2.18 che rispetto alla 3.0 è più collaudata (quindi meno bugs) e dispone di più plugin.

Alla voce "qgis-ltr-full..." vediamo che il peso indicato è solo 1k; in realtà questa voce è solo un riferimento a vari pacchetti/dipendenze che verranno installati e che nel complesso pesano ovviamente molto di più. Andando "Avanti", nella finestra seguente ci vengono appunto mostrati tali pacchetti: si raccomanda di lasciare la spunta all'opzione "Install these packages..." altrimenti l'applicazione non funzionerebbe correttamente.

Purtroppo manca l'indicazione del peso complessivo da scaricare. Posso dire che l'installazione di QGIS 2.18 LTR (con già presente la versione 3.0 da installazione "express") ha richiesto il download di 214 MB.
La cartella "C:\OSGeo4W64" (dove sono installati i files) è invece passata da 1,82 GB a 2,56 GB.

Andando avanti il programma procede con il download e l'installazione.

Al termine dell'installazione i collegamenti per avviare QGIS 2.18 LTR dovrebbero comparire nella cartella OSGeo4W del menù "Start > Tutti i programmi". A me però non è successo quindi ho creato i collegamenti manualmente: per fare questo si deve andare nella cartella "C:\OSGeo4W64\bin" dove sono presenti i files che avviano le applicazioni.
Per QGIS LTR sono:
- qgis-ltr.bat
- qgis-ltr-grass7.bat
- qgis-ltr-browser.bat
(la modalità con GRASS possiede il relativo plugin che permette di aprire/creare mapset e usare QGIS come interfaccia grafica di GRASS; molti strumenti di GRASS sono comunque presenti anche in qgis-ltr-bin tra gli strumenti di processing)
(Eseguire direttamente i files .exe potrebbe generare il messaggio di errore "Impossibile avviare il programma perché qgis_app.dll non è presente nel computer...")




Cookies: questo sito contiene inserzioni pubblicitarie gestite da terze parti mediante cookies, anche di profilazione. Navigando in questo sito si acconsente all'uso di tali cookies.   >>> Maggiori informazioni

Marzo 2018
Alessandro Perego